Lavagna on-line
questa lavagna è uno spazio messo a disposizione da edilbank per gli operatori umbri che vogliono scambiarsi informazioni. La direzione non risponde del contenuto delle informazioni inserite da anonimi.

N° 30845 - 08/03/2017 _ stampa - -

COMUNICATI E ANNUNCI DAGLI ENTI PUBBLICI

Italia - In Gazzetta le norme tecniche di prevenzione incendi per le autorimesse

In Gazzetta le norme tecniche di prevenzione incendi per le autorimesse

Norme tecniche prevenzione incendi. È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.52 del 3 marzo 2017 il Decreto 21 febbraio 2017 Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attività di autorimessa. Regola tecnica verticale che si potrà applicare alle autorimesse superiori ai 300 m² esistenti o di nuova realizzazione, indicate dal numero 75 nell’allegato I del Decreto del Presidente della Repubblica 1° agosto 2011, n. 151.

Le norme possono essere utilizzate in alternativa a quanto previsto Decreto del Ministro dell’interno del 1° febbraio 1986 (Norme antincendio costruzione ed esercizio autorimesse e simili) e al Decreto del Ministro dell’Interno del 22 novembre 2002. Campo di applicazione ripetiamo sono le autorimesse, e seguendo il punto V.6.1 della nuova regola tecnica non rientrano in tale ambito: ...... Continua

N° 30844 - 07/03/2017 _ stampa - -

BANDI E CONCORSI

Terni - Verde pubblico a Terni, il sindaco: «Gara subito dopo il bilancio»

Verde pubblico a Terni, il sindaco: «Gara subito dopo il bilancio»

«Stiamo di fronte a un tentativo maldestro di recuperare posizioni fuorvianti e accusatorie da parte di chi, prima ha strumentalizzato l’operato della magistratura e puntato il dito contro il sistema da smantellare ad ogni costo e ora scopre, con una discreta faccia tosta e una buona dose di candore, che ci sono 25 lavoratori e altrettante famiglie rimaste senza reddito dichiara il sindaco Leopoldo Di Girolamo. Continua

N° 30843 - 07/03/2017 _ stampa - -

COMUNICATI DAGLI ORDINI E COLLEGI

Umbria - Formazione artigiani in Umbria

Formazione artigiani in Umbria

Accordo tra Regione e Fondo artigianato per la formazione continua nelle imprese artigiane umbre.

Regione Umbria e Fondo artigianato formazione hanno siglato un protocollo di intesa biennale per mettere in pratica azioni condivise per attivare interventi di formazione continua nelle imprese artigiane.

=> Nuove imprese, bando in Umbria

Formazione continua
L’accordo prevede l’incremento del 40% delle risorse stanziate per le azioni formative destinate ai lavoratori e ai datori di lavoro delle imprese artigiane, relativamente al progetto quadro della ‘Linea 2′.

La Regione, utilizzando le risorse del Fondo occupazione, partecipa al finanziamento degli interventi formativi finanziati dal Fondo artigianato formazione. Continua

N° 30840 - 01/03/2017 _ stampa - -

COMUNICATI E ANNUNCI DAGLI ENTI PUBBLICI

Italia - Comunicato AiFOS

Comunicato AiFOS

con la presente Vi informiamo che l’articolo 3 del c.d. “Decreto Milleproroghe” (Decreto Legge 30 dicembre 2016, n. 244) è stato modificato dal disegno di legge di conversione, al momento non ancora pubblicato in G.U., definitivamente approvato alla Camera il 24 febbraio 2017 (A.C. n. 4304) che reca la seguente modifica:

2-ter. Il termine per l'entrata in vigore dell'obbligo dell'abilitazione all'uso delle macchine agricole, in attuazione di quanto disposto dall'accordo, sancito dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano nella seduta del 22 febbraio 2012, tra il Governo, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, concernente l'individuazione delle attrezzature di lavoro per le quali è richiesta una specifica abilitazione degli operatori, nonché le modalità per il riconoscimento di tale abilitazione, i soggetti formatori, la durata, gli indirizzi e i requisiti minimi di validità della formazione, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 60 del 12 marzo 2012, è differito al 31 dicembre 2017. Entro dodici mesi da tale data devono essere effettuati i corsi di aggiornamento, di cui al punto 9.4 dell 'Allegato A al suddetto accordo del 22 febbraio 2012.

Pertanto, la proroga riguarda l’entrata in vigore dell’obbligo di formazione rispetto alle macchine agricole, fissato ora al 31 dicembre 2017, e il termine di effettuazione dei corsi di aggiornamento per coloro che, come da punto 9.4. dell’ASR 22 febbraio 2012, abbiano dimostrato di avere condotto macchine agricole per almeno due anni alla data di entrata in vigore dell’Accordo stesso (12 marzo 2013). Tale obbligo di aggiornamento è ora fissato al 31 dicembre 2018.

N° 30837 - 01/03/2017 _ stampa - -

edilbank -

Inizia entro il mese di giugno a Foligno e Perugia (P S Giovanni)

il corso integrato per

Coordinatori sicurezza (CSE/CSP)+ RSPP

DUE ATTESTATI IN UN UNICO CORSO INTEGRATO.

Iscrizioni ancora aperte fino al 13 Marzo

Se ti interessa 0742 354243 Mail: formazione.cse@gmail.com

N° 30834 - 28/02/2017 _ stampa - -

COMUNICATI E ANNUNCI DAGLI ENTI PUBBLICI

Italia - Cosa devo fare per richiedere la disoccupazione?

Cosa devo fare per richiedere la disoccupazione?

ASpI: come fare domanda, requisiti contributivi e calcolo dell’importo, decadenza.
La NASpI ha sostituito la precedente indennità di disoccupazione ASpI per i lavoratori che hanno involontariamente perso il lavoro a decorrere dal 15 maggio 2015.

Hanno diritto alla NASspI i lavoratori con rapporto di lavoro subordinato, compresi gli apprendisti, i soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato; il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato, i dipendenti a tempo determinato delle Pubbliche Amministrazioni.

Requisiti: Il richiedente deve innanzitutto essere rimasto involontariamente disoccupato. Continua

N° 30833 - 28/02/2017 _ stampa - -

COMUNICATI E ANNUNCI DAGLI ENTI PUBBLICI

Italia - Voucher Inps Novità 2017: come funzionano

Voucher Inps Novità 2017: come funzionano

I voucher Inps per lavoro occasionale accessorio, noti anche come ticket o buoni lavoro, sono dei tagliandi, distribuiti sia in forma cartacea che elettronica, che servono, come accennato, per retribuire in modo regolare le prestazioni di lavoro occasionale o discontinuo. Chi è retribuito con i voucher, difatti, oltre alla paga ha diritto sia ai contributi previdenziali Inps (per la sola pensione) che all’assicurazione Inail contro gli infortuni.

Per pagare il lavoratore con i voucher, tuttavia, non basta acquistare i buoni corrispondenti alle ore di lavoro e consegnarli al lavoratore. I buoni, difatti, devono essere attivati nel sito dell’Inps, dopo che committente e lavoratore si sono registrati; inoltre, se il committente è un’impresa o un professionista, deve essere inviata una comunicazione all’ispettorato del lavoro che indichi luogo e orario di ogni singola prestazione lavorativa. Continua

N° 30828 - 21/02/2017 _ stampa - -

edilbank -

E' Iniziato a Foligno e Perugia (P S Giovanni)

il corso integrato per

Coordinatori sicurezza (CSE/CSP)+ RSPP

DUE ATTESTATI IN UN UNICO CORSO INTEGRATO.

Iscrizioni ancora aperte fino al 13 Marzo

Se ti interessa 0742 35 42 43 Mail: formazione.cse@gmail.com

N° 30827 - 21/02/2017 _ stampa - -

COMUNICATI E ANNUNCI DAGLI ENTI PUBBLICI

Italia - Comunicazione amministratori di condominio che hanno chieso detrazioni fiscli per il contenimento energetico

Comunicazione amministratori di condominio che hanno chieso detrazioni fiscli per il contenimento energetico

Entro il 28 febbraio 2017 gli amministratori di condominio devono trasmettere all'Agenzia delle Entrate la comunicazione con i dati dei condòmini cui spetta la detrazione per i lavori di recupero o risparmio energetico effettuati sulle parti comuni. Il Presidente di Confedilizia che recentemente aveva chiesto l'annullamento di tale comunicazione, si è incontrato con il viceministro dell'Economia Luigi Casero, per snellire le «specifiche tecniche» di questo nuovo adempimento, eliminando le richieste più assurde.

Una di queste è la corretta indicazione di colui che ha diritto alla detrazione, in quanto per l'Agenzia vale il principio "detrae chi ha pagato". Continua

N° 30826 - 21/02/2017 _ stampa - -

COMUNICATI DAGLI ORDINI E COLLEGI

Italia - Tutto sull’attività libera in edilizia dopo il decreto n. 222/2016

Tutto sull’attività libera in edilizia dopo il decreto n. 222/2016

Il decreto Scia 2 e le modifiche al T.U. Edilizia vanno a introdurre ulteriori novità nel processo di semplificazione e sistematizzazione per l'attività libera in edilizia. Facciamo il punto.

Con il Decreto Legislativo n. 222 del 25 novembre 2016 (cd. decreto “Scia 2”) e la conseguente – ennesima – modifica del Testo Unico dell’Edilizia (D.P.R. n. 380/2001), sembra concluso il processo di semplificazione e sistematizzazione dei titoli abilitativi in edilizia.

Con la nuova disciplina, le attività edilizie si distribuiscono in tre categorie:
1. Attività libere, in alcuni casi con Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata (Cila)
2. Attività soggette alla Segnalazione Certificata di Inizio Attività (Scia)
3. Attività che richiedono il Permesso di Costruire/Autorizzazione/Silenzio-assenso. Continua

N° 30825 - 20/02/2017 _ stampa - -

COMUNICATI E ANNUNCI DAGLI ENTI PUBBLICI

Perugia - Camera di Commercio Pg- Io non ci casco! Bollettini e moduli ingannevoli: un Vademecum per le imprese

Camera di Commercio Pg- Io non ci casco! Bollettini e moduli ingannevoli: un Vademecum per le imprese

Dopo l’allarme truffe lanciato dalla Camera di Commercio di Perugia, scende in campo l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con la campagna “IO NON CI CASCO!”, Vademecum contro le indebite richieste di pagamento inviate alle aziende.

Disponibile sul sito dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il Vademecum “IO NON CI CASCO!” è stato concepito come uno strumento divulgativo per informare le imprese sulle modalità del raggiro architettato ai loro danni.

Giorgio Mencaroni, Presidente della Camera di Commercio di Perugia: “Le imprese devono fare molta attenzione. Le richieste di pagamento con allegati bollettini prestampati a loro nome, nascondo un inganno. E senz’altro non hanno nulla a che vedere con il Diritto Annuale camerale, dovuto dalle imprese iscritte al Registro delle Imprese. Il Vademecum “IO NON CI CASCO!” dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato offre tutte le indicazioni necessarie ad evitare di essere raggirati”.

Dopo l’allarme truffe lanciato dalla Camera di Commercio di Perugia, scende in campo l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato con la campagna “IO NON CI CASCO!”, Vademecum contro le indebite richieste di pagamento inviate alle aziende.

Disponibile sul sito dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, il Vademecum “IO NON CI CASCO!” (in allegato) è stato concepito come uno strumento divulgativo per informare le imprese sulle modalità del raggiro architettato ai loro danni. Continua

N° 30824 - 20/02/2017 _ stampa - -

COMUNICATI E ANNUNCI DAGLI ENTI PUBBLICI

Umbria - Formazione professionale continua degli Ingegneri

Formazione professionale continua degli Ingegneri

Pagina informativa relativa all'obbligo di formazione continua permanente per la professione di Ingegnere. Documentazione di riferimento, sintesi degli obblighi, esclusivi specchietti riepilogativi, modalità di presentazione autocertificazione 15 CFP per attività lavorativa. AGG. FEBBRAIO 2017: esonero professionisti in aree colpite dal sisma, erogazione CFP per agibilitatori ed altri professionisti impegnati nelle attività post-sisma. Continua

N° 30823 - 20/02/2017 _ stampa - -

COMUNICATI E ANNUNCI DAGLI ENTI PUBBLICI

Italia - TUTTO SUL CODICE DEGLI APPALTI E I DECRETI ATTUATIVI

TUTTO SUL CODICE DEGLI APPALTI E I DECRETI ATTUATIVI

Il D. Leg.vo 18/04/2016, n. 50 - cd. “ Nuovo Codice dei contratti pubblici ” - prevede una moltitudine di provvedimenti attuativi e di dettaglio (circa 50 sono quelli indicati direttamente all’interno del testo, ma altri potranno essere emanati anche ove non espressamente previsto). Alcuni provvedimenti attuativi sono redatti dall’ANAC e poi in alcuni casi “ recepiti ” dal Governo sotto forma di decreto ministeriale ed in altri casi emanati direttamente dall’ANAC stessa. Altri provvedimenti attuativi sono invece previsti direttamente nella competenza del Governo, come decreto del Presidente del Consiglio o del Ministro competente.
Per una tabella completa che propone tutti i provvedimenti attuativi previsti dal D. Leg.vo 50/2016, con i relativi articoli, la tipologia di provvedimento di cui si attende l’emanazione, la scadenza (ove prevista) e la disciplina transitoria che eventualmente si applica nelle more, si rinvia all’articolo “ Mappa di attuazione del nuovo Codice dei contratti pubblici ”, che rimarrà sempre aggiornato. Continua

WordPress Themes